Il terzo miglior tempo sul circuito di Silverstone infonde ottimismo al Team Ducati

Nonostante il Team Ducati sia arrivato lontano dal podio, Alessandro Cicognani, il Project Director del Team Enel Ducati, trae degli spunti positivi per il prossimo GP ad Assen.

Essendo scattato dalla terza fila, Nicky Hayden ha mantenuto a lungo il passo del gruppetto di piloti in lotta per il podio e, anche se nella seconda metà di gara ha perso a mano a mano terreno, il distacco dal primo è stato il minore in assoluto finora sull’asciutto. Ha chiuso al settimo posto, mentre il compagno di squadra, Valentino Rossi, è arrivato nono.

Cicognani ha commentato il weekend: “E’ strano, perché da una parte Valentino non ha fatto bene sulla pista, tranne che sul bagnato. Dall’altra parte, Nicky ha fatto abbastanza bene, perché era in grado di mantenere la sua posizione lì con i più veloci per due terzi della gara, e poi gli pneumatici hanno perso il “grip” durante l’ultimo terzo, e finalmente lui è arrivato 15 secondi da Lorenzo. Insomma per quanto riguarda il tempo, non è troppo male. Certo, non vorremmo essere qui, ma rappresenta una base su cui possiamo migliorarci e ridurre il gap.”

Uno specifico punto positivo dal week end era il ritmo di Hayden, anche se fosse prima della degradazione veloce degli pneumatici. Cicognani era molto contento di questo: “Ha fatto segnare il terzo miglior tempo della gara, pari a quello di Dovizioso, e a 34 millesimi da quello di Lorenzo. Allora, ha fatto abbastanza bene, ma ha perso qualcosa rispetto agli altri nella parte finale. Dobbiamo cominciare da lì ed essere ottimista mentre proviamo a guidare nel terzo finale di stagione come abbiamo fatto nella parte prima.”

Questo ottimismo si è anche rispecchiato nelle sue previsioni per Assen: “Ad Assen vorremmo migliorarci, anche rispetto a Valentino. È una pista che gli piace molto e quindi sicuramente non avrà gli stessi problemi. Siamo certi che possiamo fare bene nel secondo gruppetto, ma speriamo di lottare per il podio il più presto possibile.”

Hayden si è ovviamente divertito all’inizio della gara: “Sono riuscito a partire molto bene e tutta la prima parte della gara è stata ottima. Ne ho approfittato per stare lì con i più veloci, mi sono divertito e ho cercato di capire più cose possibili. Quando il “grip” è calato, si è innescato del chattering e non sono più riuscito ad essere efficace in accelerazione e mantenere la stessa velocità. Dobbiamo capire come riuscire, sia io sia la moto, a stressare meno la gomma posteriore, ma in ogni caso oggi ci sono state diverse cose positive.”

Valentino Rossi era chiaramente deluso della sua gara, ma è ottimista per il prossimo GP: “In gara non sono riuscito a mantenere il passo degli altri fin dall’inizio: ho provato a stare con loro ma soffrivo molto chattering a centro curva e in un paio di occasioni ho rischiato di perdere il controllo della moto. Adesso dobbiamo cercare di capire perché solo questa mattina, nel warm-up, sono riuscito a guidare un po’ meglio  e soprattutto dobbiamo cercare di essere più competitivi nella prossima gara ad Assen, una pista che mi piace e dove vogliamo tornare a livello di quelle precedenti”.

I Commenti sono chiusi

Enel Ducati sul web