Il Team Enel Ducati rivolge l’attenzione al Brickyard

Dopo una pausa estiva ricca di eventi, in cui il team Ducati e Valentino Rossi hanno annunciato la loro separazione alla fine del 2012, la squadra italiana è completamente concentrata sul prossimo Red Bull Indianapolis Grand Prix di questo fine settimana.

Il noto Brickyard, che ha ospitato le gare della MotoGP ™ negli ultimi quattro anni, sarà una sfida per le squadre e i piloti, che non solo hanno un layout molto vario da affrontare, ma anche alcuni cambiamenti superficiali interessanti. È una corsa in senso antiorario, e mette uno sforzo enorme sulla spalla sinistra del pneumatico, che è il motivo per cui Bridgestone fornirà pneumatici asimmetrici caratterizzati da una gomma più dura sul lato sinistro.


Jeremy Burgess, capo della squadra di Rossi, spiega le sfide che la squadra dovrà affrontare: “Indy è una pista interessante. E’ la mano sinistra – come Laguna Seca. Ha un veloce rettilineo, un sacco di curve lente, e, in particolare, ha alcuni cambiamenti di superficie, che rendono la pista difficile per molti piloti. E l’ultima sequenza di angoli immessi sul rettilineo sono molto verso sinistra, in modo da alzare la temperatura in quel lato del pneumatico, che può rendere difficile inserirsi bene sulla retta. Quindi, l’impostazione della moto è abbastanza difficile, o lo è stato, per noi in passato. Quindi è molto interessante”.

L’australiano, inoltre, non crede che la cilindrata maggiore darà alcun vantaggio o svantaggio: “Non credo che vedremo molta differenza. Il circuito di Indy è non cambia in termini di 800cc e 1000cc – gli angoli sono molto piatti, perché sono disposti entro i confini del circuito ovale, naturalmente. E questo è di per sé interessante, ma è un buon circuito, e mi piace andare là”.

Rossi, nonostante la sua decisione di lasciare, si è impegnato a fare il suo progresso per la squadra prima della fine della stagione: “Questa pausa serviva come un’opportunità per prendere decisioni importanti per il futuro, ma ora voglio tornare a pensare alle gare perché vogliamo migliorare, e durante il fine settimana è importante concentrarsi completamente su ciò che dobbiamo fare in pista. Indianapolis non è uno dei miei circuiti preferiti, anche se ho conquistato una vittoria lì. E’ una pista particolare perché è una di quelle che va nella direzione opposta, in modo che le linee sono un po’ strane in molti degli angoli. E’ una pista difficile, ma cercheremo di fare del nostro meglio e di divertirci”.

Il suo compagno di squadra Nicky Hayden, di fronte al suo pubblico, spera di fare bene: “Laguna è stata divertente, ma Indy è proprio il mio GP di casa, proprio di fronte al confine di stato col Kentucky. Speriamo di poter fare un buon risultato. Abbiamo faticato più a Laguna di quanto mi aspettassi, ma Indy è molto più veloce, con più possibilità di aprire il gas. Dovrebbe essere bello guidare lì e sarà divertente per i fan americani arrivare davvero a vederci in azione. La scorsa stagione, l’usura degli pneumatici è stato un problema, ma si spera che la pista sarà un po’ meglio quest’anno. Spero di essere competitivo a partire dal venerdì, e sarò sicuramente deluso se non oterrò il miglior risultato della stagione fino ad ora”.

I Commenti sono chiusi

Enel Ducati sul web