Tag Archive | "2012"

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Enel Ducati Team 2012: highlights



Posted in 2012, Highlights 2012, VideogalleryCommenti disabilitati

Tags: , , , ,

Il meteo variabile condiziona la gara di chiusura del mondiale a Valencia


L’ultima gara della stagione 2012 della MotoGP, a Valencia, è stata pesantemente condizionata dal meteo incerto.

 

Dopo un warm-up bagnato, in cui sia valentino Rossi sia Nicky Hayden avevano definito un buon setting da acqua, la pioggia è finita e la gara della MotoGP è iniziata con la pista solo umida.

 

La maggior parte dei piloti è partita con gomme rain e solo un gruppetto ha azzardato le slick, rientrando ai box per il cambio moto subito prima del semaforo. Tra questi il vincitore, Dani Pedrosa, e anche Nicky Hayden. Il pilota americano tuttavia è stato tradito dalle condizioni insidiose ed è caduto prima di poter approfittare della scelta azzeccata.

 

Valentino Rossi è partito con le rain ed era quarto quando, a 25 giri dalla fine, è rientrato per cambiare moto. Con le gomme da asciutto tuttavia non si è trovato a suo agio ed ha potuto finire solo al decimo posto.

 

Valentino Rossi (Ducati Team) 10°

“E’ stato davvero un peccato che l’ultima gara con la Ducati sia finita in questo modo. Questa mattina nel warm-up bagnato le cose erano andate bene e, in condizioni simili, si sarebbe potuto fare un bel risultato. Invece questa situazione metà e metà è stata davvero difficile. La scelta delle gomme “slick” alla fine era quella giusta ma io in griglia avevo una moto molto diversa dall’altra come setting e non me la sono sentita. Con le rain all’inizio mi sentivo bene ma poi quando si è dovuto cambiare la situazione si è complicata. C’era solo una striscia sottile di asciutto ma io non riuscivo a mettere la moto dove volevo e appena uscivo da quella linea rischiavo molto. Ho potuto solo cercare di arrivare in fondo. Mi  sarebbe piaciuto finire meglio questi due anni con la Ducati. Sono state due stagioni difficili ma lascio comunque tante persone con cui mi sono trovato molto bene e con le quali è stato bello fare le gare”.

 

Nicky Hayden (Ducati Team) DNF

“E’ un peccato aver finito una stagione difficile in maniera non positiva ma perlomeno sono fisicamente a posto al 100% dopo la caduta. Sulla griglia era davvero difficile scegliere tra rain e slick, se la pista fosse stata meno fredda sarebbe stato più facile andare direttamente con le ultime. Quando nel warm-up lap ho visto che Lorenzo con le gomme da asciutto era veloce, ho deciso di cambiare moto e partire dalla pit-lane. Mi sentivo bene fino a che riuscivo a stare sulla line asciutta ma fuori da quella striscia le condizioni erano davvero insidiose. Sono caduto perché riuscivo a trovare uno spazio per passare Petrucci e, aspettando di arrivare in fondo al rettilineo sono andato leggermente largo nell’ultima curva uscendo dalla linea. Non c’è stato modo di salvarla. La nuova stagione inizia adesso, speriamo in maniera migliore”.

Vittoriano Guareschi, Team Manager

“Oggi abbiamo perso l’occasione di fare una bella gara, sia con Nicky sia con Vale e, anche se ci può stare con condizioni così incerte, ovviamente non ne siamo contenti. Nicky ha cambiato subito la moto, come Pedrosa che alla fine ha vinto, ma è stato tradito dall’asfalto scivoloso. Vale è andato bene nei primi giri, fino a quando ha girato con le rain mentre con le slick non era a suo agio. Ha faticato fino al traguardo, senza mai riuscire a spingere abbastanza. Avremmo voluto finire in maniera diversa ma comunque ci abbiamo provato fino alla fine”.

 

Posted in Articoli, News ed eventi, ServizioCommenti disabilitati

Tags: , , , ,

Qualifiche difficili per il Ducati Team a Valencia


Le prove ufficiali del Gran Premio della Comunità Valenciana sono state particolarmente impegnative per il Ducati Team. Con solo un’ora disponibile, quelle delle qualifiche, su pista completamente asciutta, Nicky Hayden ha trovato un set-up discreto ma ha avuto qualche difficoltà con la resa della moto in curva.

 

Anche i problemi di Rossi riguardavano l’avantreno, soprattutto nel portare in temperatura la gomma anteriore dura, sul lato destro. Il pilota italiano ha dovuto usare la gomma morbida che però non ritiene la scelta ideale per la gara di domani.

 

Nicky Hayden (Ducati Team) 7° (1’32.503)

“Con condizione meteo così incerte durante tutto il fine settimana in pratica abbiamo dovuto usare le qualifiche per capire il nuovo “grip” dell’asfalto, la moto e per cercare di fare un buon tempo. Il set-up era “okey” ma tendevo a perdere l’anteriore, specialmente in staccata in entrata di curva. Sicuramente il nuovo asfalto ci ha un po’ aiutato ma pensavo di poter arrivare più vicino a quelli davanti che però sono andati davvero fortissimo. Non sono elettrizzato da come è andata ma abbiamo un altro paio di idee da provare domani nel warm-up”.

Valentino Rossi (Ducati Team) 11° (1’32.877)

“Oggi è andata piuttosto male e mi spiace perché speravamo proprio di poter fare meglio in queste ultime gare. E’ anche vero che Hayden, Barberà e Bautista non sono troppo distanti, quindi domani cercheremo sicuramente di fare una bella partenza, di superare qualcuno e recuperare qualche posizione. Oggi purtroppo ho avuto qualche problema con la gomma dura davanti: a metà turno l’ho persa due volte perché non riusciamo a farla andare in temperatura sul lato destro. La gara sarebbe da fare con quella, non con la morbida. Aspettiamo di vedere che temperatura ci sarà o se invece farà brutto tempo. Se dovesse piovere saremmo certamente più competiti”.

 

 

Posted in Articoli, News ed eventi, ServizioCommenti disabilitati

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Il Team Ducati dimostra il proprio potenziale sul bagnato di Sepang


Le piogge torrenziali dello scorso weekend in occasione del Malaysian Motorcycle Grand Prix a Sepang hanno accorciato la gara e ciò ha prodotto un buon risultato per il Team Ducati. I due piloti hanno dimostrato il loro potenziale  e della moto, anche in condizioni molto difficili.

 

Il Team Manager Vittoriano Guareschi ha così commentato il fine settimana: “E’ stata sicuramente una strana domenica, con condizioni che non avevamo calcolato in tutto il fine settimana. Abbiamo iniziato con le gomme da asciutto e poi abbiamo optato per quelle da pioggia e alla fine si è rivelata una buona scelta. La nostra moto funziona molto bene in condizioni di bagnato, ed entrambi i piloti ne hanno approfittato. ”


 

E’ stata, infatti, una lotteria la scelta degli pneumatici per l’intera griglia alla partenza, con quasi tutti i piloti con le gomme più morbide posteriore che hanno sofferto di una eccessiva degradazione e hanno lottato intensamente verso l’ultima parte della gara. Dopo aver optato per il posteriore più duro, la coppia Ducati formata da Nicky Hayden e Valentino Rossi è stata in grado di spingere le moto fino a quando le bandiere rosse hanno decretato lo stop alla gara per motivi di sicurezza. Hayden ha ottenuto il miglior risultato della stagione al quarto posto, mentre Rossi ha lottato per rimediare a un errore e ha terminato la gara al quinto posto.

 

Hayden ha dichiarato a fine gara: “Sono state veramente condizioni difficili. Ho ottenuto una buona partenza, ma quando [Andrea] Dovizioso si è posto lateralmente di fronte a me, ho spento il gas e ho perso posizioni. Sono stato in grado di recuperare, ma ho perso un po’ di confidenza quando il posteriore ha è venuto giù un paio di volte. Dovevo avere pazienza all’inizio, ma pian piano ho preso un buon ritmo. E’ stata chiaramente giusta la decisione di sospendere la gara. C’era un sacco di acqua negli ultimi due giri, ed era quasi impossibile vedere, anche se le luci posteriori delle moto hanno aiutato molto. ”

 

Eppure, nonostante il suo buon risultato, l’americano non è soddisfatto e sa che la squadra deve migliorare: “In condizioni di asciutto, sarei stato entusiasta del quarto posto, ma so che il nostro potenziale è più elevato sul bagnato. Sarebbe stato fantastico regalare ai miei ragazzi un podio oggi, ma è comunque un buon risultato. Speriamo che ciò mi potrà aiutare a uscire dal periodo difficile e a costruire qualcosa.”

 

Rossi, che a un certo punto stava soffrendo con i problemi con la visiera, è stato in grado di rimontare dopo un errore costoso in curva sette a metà gara: “La nostra gara non è andata male perché ho avuto un ottimo inizio, pur essendo così indietro, in quarta fila, e poi sono riuscito ad essere abbastanza veloce. Stavo guidando insieme a Dovizioso e [Casey] Stoner, quando purtroppo ho cominciato ad avere qualche problema con la mia visiera appannata, e in quelle condizioni estreme, con poca luce e un sacco di acqua, è stato molto difficile. Ho fatto un errore alla curva 7, e sono stato fortunato a non cadere perché era lo stesso punto in cui Dovizioso, [Ben Spies] e poi [Stefan] Bradl sono andato giù. Senza quell’errore, avrei potuto finire quarto perché onestamente, Stoner è stato un po’ più veloce di me, soprattutto in T2. In generale, comunque, non è andata male. Naturalmente mi sarebbe piaciuto finire la gara, ma c’era davvero troppa acqua. Penso che la decisione di sospendere la gara sia stata corretta, perché in queste condizioni, le moto possono fare Aquaplane e si può cadere in ogni angolo.”

 

Posted in Articoli, News ed eventi, ServizioCommenti disabilitati

Enel Ducati sul web