Archivio | "estoril"

Segnali positivi dal GP del Portogallo per Rossi, sfortuna per Hayden

Il Gran Premio del Portogallo ha visto il Ducati Team in crescita con Valentino Rossi e poco fortunato con Nicky Hayden. Il pilota italiano, infatti, dopo due giorni di intenso lavoro sugli assetti della GP12, in gara ha girato su un ritmo discreto in maniera molto costante, chiudendo al settimo posto che, ad oggi, è il suo miglior risultato stagionale.
Nicky Hayden invece ha dovuto correre una gara in difesa a causa di un problema elettronico con la centralina della sua moto che ha subito l’interferenza di un segnale esterno. Questo ha fatto sì che le tarature elettroniche fosse sfasate rispetto al layout della pista, rendendo particolarmente impegnativo portare a termine la gara. Il pilota americano ha tagliato il traguardo in undicesima posizione. Domani il Ducati Team resterà in Portogallo per un giorno di test, sperando che vengano smentite le previsioni di pioggia, per poter continuare lo sviluppo della GP12.
Valentino Rossi (Ducati Team) 7°
“Questa volta è andata un po’ meglio, nel senso che venerdì siamo partiti da una base migliore e, nel corso del fine settimana, siamo riusciti a prepararci per oggi. Ho potuto affrontare la gara sapendo cosa aspettarmi dalla moto e di conseguenza sono riuscito a spingere di più, ad avvicinarmi un pochino di più al limite. I primi giri sono stati buoni, ho guadagnato qualche posizione e poi  ho mantenuto un passo costante sui tempi che ci aspettavamo di fare. Diciamo che abbiamo sfruttato il potenziale raggiungibile in questo momento e da qui dovremo lavorare per fare tecnicamente un passo in avanti. Dobbiamo migliorare in uscita di curva, in accelerazione, perché al momento non possiamo essere efficaci come gli altri dato che non riusciamo a mettere in terra tutta la potenza. Domani abbiamo una giornata di test, cominceremo a lavorarci. In ogni caso, intanto, oggi sono anche riuscito a divertirmi”.

Nicky Hayden (Ducati Team) 11°

“Ho avuto un problema elettronico fin dal primo giro e la moto “non sapeva” dove si trovava lungo la pista. Ho cercato di guidare intorno al problema, cercando di non fare errori. E’ un vero peccato impegnarsi duramente per tutto il fine settimana e non poter sfruttare in gara quanto ottenuto. Il team aveva fatto un fantastico lavoro dopo le qualifiche e stamattina, nel warm-up, il mio feeling con la moto era migliorato tanto che con le gomme da gara ho quasi eguagliato il mio tempo in qualifica e, in generale, sono riuscito ad essere molto consistente. Non pensavo che avrei potuto lottare per la vittoria ma credo che avrei potuto fare una buona gara. In ogni caso adesso ci concentreremo sui test di domani e poi penseremo alla prossima gara”.
Vittoriano Guareschi, Team Manager
“Durante questo fine settimana siamo riusciti a lavorare bene, sfruttando al massimo le ore di pista asciutta per migliorare la messa a punto trovando la conferma che adesso abbiamo un buon “setting” di base. Oggi Vale ha fatto tutta la gara sui tempi con cui si è qualificato, ha fatto dei bei sorpassi e ha potuto spingere un po’ più al limite. Penso questo sia un buon punto di partenza. Siamo invece particolarmente dispiaciuti per Nicky, in gara, a causa di un segnale radio che ha interferito con il transponder della nostra centralina, ha dovuto guidare sin dal primo giro con le tarature elettroniche sfasate. Guidare in queste condizioni è davvero difficile ed è stato molto bravo a non arrendersi e a portare a casa comunque dei punti”.

Pubblicato in News ed eventi, ServizioI Commenti sono chiusi

Il Team Ducati è ottimista per la sfida dell’Estoril

Il pilota americano Nicky Hayden cercherà di ripetere la sua qualifica in prima fila anche all’Estoril, mentre il buon ritmo di Valentino Rossi durante gli ultimi giri a Jerez gli darà lo slancio per la prima sessione di prove del week end. L’italiano potrà anche trarre riscontri positivi del fatto che lui è il pilota con più successi nella storia all’Estoril, avendo vinto cinque gare nella massima categoria su questa pista.

Comunque, trovare un setup adeguato per questa pista e le sue condizioni non è mai un compito semplice, come spiega Jeremy Burgess, il capo tecnico di Valentino Rossi: “All’inizio del fine settimana la pista è assai sporca. Inoltre è una pista vecchia e accidentata, cià significa che il setup della sospensione è molto importante. Useremo ogni marcia all’Estoril, dalla prima alla sesta.”

In aggiunta alla sua superficie, il rilievo stesso presenterà una sfida per Burgess e alla squadra: “C’è una varietà di curve, compresa una lunghissima curva a 180 gradi che esce sul rettilineo, ponendo tanta pressione sullo pneumatico posteriore, e c’è anche un rettilineo abbastanza lungo seguito dalla prima curva lenta. Insomma, c’è tutto. Non puoi fare un paragone con gli altri circuiti perché devi prepararti per il circuito attuale. Inoltre il tempo della penisola iberica in Portogallo può creare delle difficoltà e dunque speriamo per il bel tempo e che non ci sia troppo vento.”

La sua filosofia per il successo su qualsiasi circuito è abbastanza semplice: “E’ una combinazione tra un pilota forte e una moto buona. In questo momento abbiamo un pilota forte, ma abbiamo tanto da lavorare per la moto. Tentiamo di progredire sempre, ma dovremo aspettare per vedere i progressi.”

Rossi, che continuerà con lo stesso setup di Jerez, è fiducioso di fare un altro passo avanti nella giusta direzione: “Mi piace la pista all’Estoril. Ci sono alcune sezioni difficili e il tempo può essere molto incerto, mi piace questa gara. Abbiamo fatto una buona gara l’anno scorso in Portogallo con la moto Ducati, e speriamo di fare la stessa cosa domenica. Il progetto è cominciare con lo stesso setup di Jerez, perché penso che ci sia ancora più potenziale. Vedremo se possiamo progredire e migliorare il nostro risultato.”

Hayden aggiunge: “Non posso dire che amo o odio la pista dell’Estoril. È una pista stretta e il vento può essere impegnativo. La mia sezione preferita è la curva veloce in fondo, ma il resto è abbastanza normale. Non vedo l’ora che arrivi venerdì. Vedremo come sarà il tempo, perché qui è incerto.”

Pubblicato in Articoli, News ed eventi, ServizioI Commenti sono chiusi

Il Ducati Team torna in pista per il GP del Portogallo

Il Ducati Team si è spostato in Portogallo per il terzo round del Campionato del Mondo MotoGP che andrà in scena domenica prossima sul circuito dell’Estoril, una pista che, nonostante sia caratterizzata dalla velocità media più lenta del calendario, comprende anche punti molto veloci come la quinta curva, che si percorre a circa 200 km/h.

Valentino Rossi, in dodici gare nella classe MotoGP, ha vinto cinque volte ed è salito sul podio in altrettante occasioni mentre il miglior risultato per Nicky Hayden è un quarto posto nel 2007. Il lunedì dopo il Gran Premio le squadre si fermeranno per una giornata di test.
VALENTINO ROSSI, Ducati  Team
“L’Estoril è una pista che mi piace molto. Ha dei punti un po’ insidiosi e il tempo può essere molto incerto ma a me piace correrci. L’anno scorso con la Ducati abbiamo fatto una gara discreta, speriamo di fare lo stesso domenica prossima. L’obiettivo è partire sin da venerdì con il “setting” che abbiamo usato in gara a Jerez, perché credo abbia anche un po’ di margine ulteriore su cui poter lavorare, e quindi cercare di fare un passo in avanti e migliorare un po’ la nostra classifica”.

NICKY HAYDEN, Ducati  Team
“Sono contento di tornare in azione subito dopo il GP di Jerez, mi piacciono le gare “back-to-back”. Sono arrivato in Portogallo con il mio motor-home ed è stato un viaggio breve e facile. Per quanto riguarda la pista stessa non la odio e non la amo: è un tracciato che ha un po’ di tutto e il vento può essere una variabile importante. Mi piace la curva più veloce nella parte posteriore ma per il resto il layout è abbastanza normale. In ogni caso non vedo l’ora che arrivi venerdì quando, tra l’altro, vedremo cosa ci riserva il meteo, che spesso qui è variabile. La sola cosa che non ci serve è quello che è successo a Jerez, prove per lo più bagnate e gara asciutta. E’ chiaro che abbiamo bisogno di un week-end da sfruttare pienamente per poter provare a far bene domenica”.
VITTORIANO GUARESCHI, Team Manager
“In Portogallo non sarebbe così strano trovare condizioni simili a quelle che abbiamo lasciato a Jerez ma, pur essendo andati bene con la pioggia, noi speriamo in un fine settimana di bel tempo che ci permetta di sfruttare al massimo tutti le ore di pista a disposizione. Il GP di Estoril sarà importante per confermare se siamo nella direzione giusta per quanto riguarda il set-up della GP12 sia con Vale sia con Nicky e poi lunedì avremo un giorno di test post race in cui avremo ulteriori verifiche da fare per continuare il lavoro di sviluppo della nostra moto”.

RECORD DEL CIRCUITO DI ESTORIL
Record Ufficiale: Dani Pedrosa (Honda – 2009), 1’36.937 – 155.309 Km/h
Best Pole: Jorge Lorenzo (Yamaha – 2008), 1’35.715 – 157.291 Km/h
Lunghezza Circuito: 4,182 km
Gara MotoGP 2011: 28 giri (117,096 km)
Orario gara MotoGP 2011: 13:00 Ora Locale
Numero di giri: 28
Distanza gara: 117,096 km
Podio 2011: 1° Dani Pedrosa, 2° Jorge Lorenzo, 3° Casey Stoner
Pole 2011: Jorge Lorenzo (Yamaha), 1’37.161– 155.0 km/h
Giro Veloce in gara 2011: Dani Pedrosa (Honda) 1’37.629 – 154.2 km/h
RISULTATI DUCATI  TEAM ALL’ESTORIL (MIGLIORE)
2011: 5° (Rossi)
2010: 5° (Hayden)
2009: 2° (Stoner)
2008: 6° (Stoner)
2007: 3° (Stoner)
2006: 12° (Capirossi)
2005: 5° (Checa)
2004: 7° (Capirossi)
2003: 3° (Capirossi)
DUCATI  TEAM – DATI DEI PILOTI

VALENTINO ROSSI
Moto: Ducati  Team Desmosedici GP12
Numero di gara: 46
Età: 33 (nato a Pesaro il 16 febbraio 1979)
Residenza: Tavullia (Pesaro, Italia)
Numero GP: 260 (200XMotoGP, 30X250cc, 30X125cc)
Primo GP: GP della Malesia, 1996 (125cc)
Numero di vittorie 105 (79XMotoGP, 14X250cc, 12X125cc)
Prima vittoria GP: GP della Repubblica Ceca, 1996 (125cc)
Pole Position: 59 (49XMotoGP, 5X250cc, 5X125cc)
Prima Pole: GP della Repubblica Ceca, 1996 (125cc)
Titoli Mondiali: 9 (6XMotoGP, 1X500cc, 1X250cc, 1X125cc)
Risultati Rossi all’Estoril in MotoGP
2011: Qualifica: 9°; Gara: 5°
2010: Qualifica: 3°; Gara: 2°
2009: Qualifica: 2°; Gara: 4°
2008: Qualifica: 3°; Gara: 3°
2007: Qualifica: 3°; Gara: 1°
2006: Qualifica: 1°; Gara: 2°
2005: Qualifica: 4° ; Gara: 2°
2004: Qualifica: 2°; Gara: 1°
2003: Qualifica: 3°; Gara: 1°
2002: Qualifica: 3°; Gara: 1°
2001: Qualifica: 3°: Gara: 1°
2000: Qualifica: 12°; Gara: 3°
NICKY HAYDEN
Età: 30 (nato il 30 luglio 1981 a Owensboro, Kentucky, USA)
Residenza: Owensboro, USA
Moto: Ducati  Team Desmosedici GP11
Numero di gara: 69
Numero GP: 153 (153xMotoGP)
Primo GP: GP del Giappone, 2003 (MotoGP)
Numero di vittorie: 3 (3xMotoGP)
Prima vittoria GP: GP degli USA, 2005 (MotoGP)
Pole position: 5 (5xMotoGP)
Prima Pole: GP degli USA, 2005 (MotoGP)
Titoli Mondiali: 1 (MotoGP, 2006)
Risultati Hayden all’Estoril in MotoGP
2011: Qualifica: 13°; Gara: 9°
2010: Qualifica: 2°; Gara: 5°
2009: Qualifica: 9°; Gara: 8°
2008: Qualifica: 4°; Gara: DNF
2007: Qualifica: 1°; Gara: 4°
2006: Qualifica: 3°; Gara: DNF
2005: Qualifica: 9°; Gara: 7°
2004: Qualifica: – ; Gara: DNS
2003: Qualifica: 15°; Gara: 9°

Pubblicato in News ed eventi, ServizioI Commenti sono chiusi

Guareschi analizza il GP dell’Estoril

Sul circuito dell’Estoril ha avuto luogo il terzo round della stagione 2011 della MotoGP, e il Team Ducati ha conquistato punti per il Campionato Mondiale e ha affinato molte altre cose in vista dei prossimi GP. Continua a leggere…

Pubblicato in Articoli, Interviste, News ed eventi, ServizioI Commenti sono chiusi

Enel Ducati sul web