Archivio | "Le Mans"

A Le Mans ottimo risultato per il Team Ducati

In un week-end che sembrava essere rovinato dal brutto tempo, il pilota pesarese del Team Ducati, Valentino Rossi, ha fatto gioire i tifosi con una sua tipica stupenda performance sul bagnato al Monster Energy GrandPrix di Francia, per conseguire il suo miglior risultato da quando è entrato a far parte della squadra italiana l’anno scorso.

Essendosi battuto durante le gare precedenti, la conquista del podio da parte di Rossi, insieme al sesto posto del suo compagno di squadra Nicky Hayden, hanno dato una gradita spinta alla squadra, che spererà di mantenere lo slancio fino alle prove di questa settimana, e poi alla gara prossima in Catalogna entro due settimane.


Il manager del team, Vittoriano Guareschi, ha sottolineato l’importanza del risultato: “Questo risultato è molto importante per noi, perché abbiamo lavorato sodo questo fine settimana. Abbiamo avuto un piccolo problema venerdì, ma ci siamo migliorati ogni giorno, e alla fine abbiamo conseguito un buon risultato con Valentino. Nicky ha anche guidato bene con un buon ritmo.”

Anche se la velocità ottima della Desmosedici sul bagnato è stata dimostrata in Francia, Guareschi rimane con i piedi per terra per quanto riguarda le prestazioni totali della moto: “Adesso è importante migliorare la moto nelle condizioni asciutte. C’è tanto da fare, ma è possibile risolvere i problemi. Abbiamo delle prove importanti questa settimana al Mugello. Abbiamo due giorni con i piloti e sperimenteremo dei pezzi nuovi. È una buona opportunità per migliorare la nostra moto. Filippo Preziosi (direttore tecnico e generale) sa quello di cui c’è bisogno e penso che questa sia una buona opportunità.”

I miglioramenti sono previsti durante le prove, ma l’italiano insiste sull’importanza di non lasciarsi trasportare dalle attese: “È impossibile diventare più veloci di un secondo ad ogni gara, dobbiamo migliorarci gradualmente. Comunque questo week-end abbiamo fatto progressi e vogliamo continuare così.”

Rossi, con una partenza in prima fila, è naturalmente esaltato per il suo risultato: “Sono molto contento. Eravamo consapevoli dell’opportunità speciale che c’era sul bagnato e quindi ho provato a guidare perfettamente senza buttarla via. È stata una gara ottima e una lotta divertente con Stoner durante l’ultimo giro. Mi sono divertito e sono contento per la mia squadra e tutti nel Team Ducati che lavorano così sodo. Ora dobbiamo fare tutto il possibile per essere competitivi nelle condizioni asciutte.”

Guareschi ha rispecchiato i pensieri del suo connazionale: “Oggi Valentino si è trovato in una situazione in cui poteva guidare al suo massimo livello, e ci ha regalato uno spettacolo meraviglioso.”

Pubblicato in Articoli, News ed eventi, ServizioI Commenti sono chiusi

Splendido podio per Rossi a Le Mans, determinato sesto posto per Hayden

Sulla pista bagnata di Le Mans Valentino Rossi è stato protagonista di una gara appassionante e combattuta che lo ha visto risalire, dalla terza fila, fino al secondo gradino del podio. Nicky Hayden, dopo una partenza sfortunata, alla fine del primo giro si è ritrovato undicesimo ma ha recuperato con determinazione fino alla sesta posizione.

Scattato bene al semaforo, alla fine del terzo giro Rossi era invece già risalito al terzo posto, per il quale ha ingaggiato un lungo duello con Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso. A circa sette giri dalla fine ha aumentato ulteriormente il ritmo, facendo nel contempo segnare il tempo più veloce in gara, e ha recuperato anche il distacco su Casey Stoner, passandolo nell’ultima tornata. Il secondo posto alle spalle del vincitore Lorenzo è il suo miglior risultato con la Ducati fino ad oggi.
Hayden, come altri piloti sul lato interno della pista, in partenza è rimasto attardato dal “pattinamento” delle gomme ma ha continuato a spingere per tutta la gara, recuperando e portando a casa buoni punti.
Valentino Rossi (Ducati Team) 2°
“Sono molto, molto contento. Oggi sapevo di avere una possibilità speciale sul bagnato e  ho cercato di guidare in maniera perfetta per non buttarla via. Sono partito bene, ho recuperato subito diverse posizioni e poi ho passato le due Yamaha arrivando dietro a Stoner. Riuscivo a tenere bene il suo passo ma poi mi si è appannata la visiera e ho dovuto rallentare per un paio di giri fino a quando, sollevandola leggermente, sono riuscito ad asciugarla con l’aria. Quanto ho ricominciato a vedere bene ho ripassato prima Cal e poi Dovi. A quel punto ho visto che potevo spingere davvero forte, che potevo riprendere Stoner, e sono andato. E’ stata una gran gara e una bella battaglia. Mi sono divertito e sono contento per il mio team e tutti i ragazzi della Ducati che stanno lavorando tantissimo per me. Adesso dobbiamo continuare a mettercela tutta per arrivare ad essere competitivi anche sull’asciutto. Dal Portogallo abbiamo trovato una buona base su cui lavorare e anche qui, sull’asciutto, non andavo male. Però non siamo competitivi come sul bagnato e il nostro primo obiettivo adesso è fare un altro step per recuperare qualche altro decimo”.

Nicky Hayden (Ducati Team) 6°
“Doveva esserci qualche cosa sulla linea interna della pista, subito dopo la partenza, perché altri piloti che sono passati su quel lato hanno rischiato di cadere o sono effettivamente caduti. Io stesso, quando ho messo la seconda marcia, ho sentito che la moto perdeva aderenza e che cominciava a “scodare”. Sono quindi rimasto imbottigliato nel gruppo e nei primi giri ho fatto fatica perché non vedevo bene. Appena sono riuscito a passare qualcuno, e ho avuto pista libera, ho preso un ritmo non male. Ho chiuso il “gap” su Bradl e Pedrosa fino ad arrivare a circa due secondi, poi sono quasi caduto è ho dovuto ricominciare tutto daccapo. Alla fine sono tornato sotto a Bradl ma non sono riuscito a passarlo. E’ stato frustrante perché avevamo un ottimo assetto da bagnato e un potenziale migliore del sesto posto ma ho perso troppo in partenza. In ogni caso congratulazioni a tutto il team per il podio di oggi. Se lo meritano davvero”. 

Vittoriano Guareschi, Team Manager

“Siamo molto contenti del podio di Valentino che è, naturalmente, frutto della sua bellissima gara, ma anche del gran lavoro di tutta la squadra durante il fine settimana.  E’ un “grazie” anche a tutti coloro che, a casa, hanno fatto e stanno facendo tanto per risolvere i nostri problemi, che vanno sistemati un poco alla volta e che quindi adesso richiedono altri passi. Ne siamo consapevoli e, dopo aver lavorato bene sulla ciclistica, adesso continueremo a concentrarci su altre aree importanti della moto. Oggi Vale era nelle condizioni di poter guidare come sa, non ha perso l’occasione, e ci ha offerto un grande spettacolo. Peccato per Nicky che poteva a sua volta lottare per posizioni più importanti ma è incappato in una brutta partenza e poi, pur girando con un bel ritmo, non ha potuto recuperare oltre la sesta. In ogni caso Nicky ha dimostrato, come Vale e come tutta la Ducati, che non molla mai”.

Pubblicato in News ed eventi, ServizioI Commenti sono chiusi

Le caratteristiche del circuito di Le Mans dovrebbero essere ottimali per la Desmosedici del Team Ducati

Il Team Ducati vola al Monster Energy GrandPrix de France di Le Mans con tante buone ragioni per essere ottimista dopo le prestazioni all’Estoril, dove Valentino Rossi è arrivato settimo (finora il suo risultato migliore della stagione).

La squadra ha progressivamente modificato il setup della moto durante la stagione, e spera di fare maggiori progressi su una pista dove ha ottenuto successi negli ultimi anni. Rossi ha conquistato il suo primo podio per il Team Ducati la stagione scorsa a Le Mans, e cercherà di ripetere il risultato quest’anno, mentre il suo compagno di squadra Nicky Hayden, che ha avuto dei problemi elettronici all’Estoril, è ottimista che le sue fortune possano cambiare questo fine settimana.


Parlando prima del Gran Premio, il capotecnico del team di Hayden, Juan Martínez, parla del rilievo della pista e di come la ricerca del miglior setup per ogni pilota sarà una sfida difficile per la sua squadra. Ha detto: “Le Mans è una pista senza tanti rettilinei e quindi è abbastanza importante avere la stabilità per la frenatura insieme ad un buon ‘handling’. Si deve trovare il setup che permetterà al pilota di cambiare direzione molto velocemente. A Le Mans non c’è tanta distanza fra le curve, perciò la moto deve essere in grado di avvicinarsi alla seconda parte del “cambiamento di direzione” in una maniera efficace.”

Il circuito di Le Mans è conosciuto per la sua mancanza di presa, di cui Martínez è molto consapevole: “Come per ogni gara, l’aderenza sarà integrale, ma soprattutto quest’anno in cui non capiamo molto bene come funzionano i nuovi pneumatici. In questo momento proviamo a fare l’analisi delle gare precedenti per capire come far funzionare meglio gli pneumatici.”

Eppure trae spunti positivi dalle prestazioni della squadra sulla pista francese in passato: “Come abbiamo visto l’anno scorso, la moto Ducati ha fatto bene a Le Mans, dunque speriamo di ripetere gli ottimi risultati con la nuova 1000cc .”

Hayden è d’accordo con la valutazione del suo capotecnico sulla pista: “Ogni tanto non si sente la presa e non mi piace molto. Dall’altra parte, spesso si deve frenare fortemente, e secondo me, la nostra moto dovrebbe essere ben adatta a questo. Sarà anche interessante gareggiare su una pista diversa in confronto a quelle su cui abbiamo già gareggiato in questa stagione.”

Il Team Ducati rileva che benché il setup usato da Rossi all’Estoril sarà la base per questo fine settimana, ci sono ancora dei cambiamenti da fare per adattare la moto per questa pista. Martínez spiega: “Per quanto riguarda la geometria, dobbiamo usare un setup totalmente diverso, perché all’Estoril si trovano delle curve molto veloci come la lunga Parabolica che esce sul rettilineo principale. Non ci sono le curve così a Le Mans, dunque c’è bisogno di una moto che si manovri bene, in confronto all’Estoril dove c’è bisogno di una moto molto stabile.”

Rossi, incoraggiato dal suo settimo posto della gara scorsa, trae anche spunti positivi dal fatto che la differenza fra il vincitore all’Estoril, Casey Stoner, e lui è stata di soli 26 secondi – la differenza minore fra un pilota Ducati e un vincitore da quando Rossi è arrivato settimo a Misano l’anno scorso. Ha detto il pesarese: “In Francia, ci prepareremo per la gara modificando la moto come abbiamo fatto all’Estoril. Cominceremo con il setup base che conosciamo abbastanza bene adesso, e proveremo a continuare a modificare gradualmente le impostazioni per arrivare la domenica con il nostro potenziale massimo.”

Pubblicato in Articoli, News ed eventi, ServizioI Commenti sono chiusi

Il Ducati Team affronta la pista “stop and go” di Le Mans

Dopo aver trovato perlomeno un giorno di pioggia in ogni test e gara della stagione tranne che in Qatar, il Ducati Team spera in un fine settimana di  tempo stabile a Le Mans per continuare a lavorare sulla messa a punto della GP12.

Cancellati i test post-race in Portogallo a causa del maltempo, Valentino Rossi  tornerà in azione venerdì prossimo, sulla pista dove l’anno scorso è salito sul podio, utilizzando gli assetti usati all’Estoril e con l’obiettivo di migliorare il recente settimo posto.

Fare meglio che in Portogallo è anche l’obiettivo di Nicky Hayden che, pur non amando molto la pista francese, pensa che alcune caratteristiche siano particolarmente adatte alla sua Ducati


VALENTINO ROSSI, Ducati  Team
“È stato un peccato aver perso i test post-race in Portogallo perché da un lato avremmo portato avanti il nostro lavoro di sviluppo e, dall’altro, avendo i riferimenti recentissimi della gara, avremmo potuto ottenere dei riscontri interessanti. La cosa non ha comunque influito molto dal punto di vista tecnico per quanto riguarda Le Mans dato che eventuali aggiornamenti sarebbero arrivati più avanti. In Francia prepareremo la gara lavorando sulla moto come abbiamo fatto all’Estoril, partendo dalla base che adesso conosciamo un po’ meglio e cercando di proseguire con la messa a punto un passo alla volta, in modo che si possa arrivare a domenica al meglio del nostro potenziale attuale. Le Mans è un altro posto dove il meteo, soprattutto in questa stagione, può essere difficile ma è anche la pista dove l’anno scorso ho fatto il mio miglior risultato con la Ducati. Vedremo, ci piacerebbe fare un po’ meglio che in Portogallo”.

NICKY HAYDEN, Ducati  Team
“Non posso dire che Le Mans sia una delle mie piste preferite in calendario ma ha anche qualche caratteristica che mi piace. E’ vero che non offre un gran “grip” ma d’altro canto ci sono molti punti di frenate forti dove penso la nostra moto possa essere competitiva. Sarà poi interessante guidare su una pista molto diversa da quelle dove siamo stati finora con la GP12. Mi spiace solo che non abbiamo potuto fare i test all’Estoril, sarebbe stato bello provare qualche cosa di nuovo.  In ogni caso guardiamo avanti, pensiamo alla gara in Francia, al tempo che troveremo e a cercare di fare un bel risultato”.
VITTORIANO GUARESCHI, Team Manager
“Le Mans è un po’ particolare, una classica pista stop and go, molto diversa dall’Estoril. Questo ci darà modo di confermare il lavoro che stiamo facendo sulla messa a punto della GP12: Valentino nell’ultimo GP l’ha utilizzata  per tutto il fine settimana quindi andremo avanti così cercando di fare dei progressi anche a Le Mans, dove l’anno scorso ha fatto davvero una bella gara. Anche Nicky, pur non essendo questa una delle sue pista preferite, potrà contare  sull’esperienza che ha acquisito utilizzando queste regolazioni della GP12 sin dall’inizio del mondiale”.
RECORD DEL CIRCUITO DI LE MANS

Record Ufficiale: Dani Pedrosa (Honda – 2011), 1’33.617 – 160.9 Km/h
Best Pole: Dani Pedrosa (Honda – 2008), 1’32.647 – 162.6 Km/h
Lunghezza Circuito: 4,180 km
Gara MotoGP 2012: 28 giri (117,180 km)
Orario gara MotoGP 2012: 14:00 Ora Locale
PODIO 2011 : 1° Casey Stoner, 2° Andrea Dovizioso, 3° Valentino Rossi
POLE 2011: Casey Stoner (Honda), 1’33.153 – 161.7 Km/h
RISULTATI DUCATI  TEAM A LE MANS (MIGLIORE)

2011: 3° (Rossi)
2010: 4° (Hayden)
2009: 5° (Stoner)
2008: 15° (Melandri)
2007: 3° (Stoner)
2006: 2° (Capirossi)
2005: 7° (Capirossi)
2004: 8° (Bayliss)
2003: DNF
DUCATI  TEAM – DATI DEI PILOTI
VALENTINO ROSSI

Moto: Ducati  Team Desmosedici GP12
Numero di gara: 46
Età: 33 (nato a Pesaro il 16 febbraio 1979)
Residenza: Tavullia (Pesaro, Italia)
Numero GP: 261 (201XMotoGP, 30X250cc, 30X125cc)
Primo GP: GP della Malesia, 1996 (125cc)
Numero di vittorie 105 (79XMotoGP, 14X250cc, 12X125cc)
Prima vittoria GP: GP della Repubblica Ceca, 1996 (125cc)
Pole Position: 59 (49XMotoGP, 5X250cc, 5X125cc)
Prima Pole: GP della Repubblica Ceca, 1996 (125cc)
Titoli Mondiali: 9 (6XMotoGP, 1X500cc, 1X250cc, 1X125cc)
Risultati Rossi a Le Mans in MotoGP
2011: Qualifica: 9°;  Gara: 3°
2010: Qualifica: 1°; Gara: 2°
2009: Qualifica: 4°; Gara: 16° 
2008: Qualifica: 4°; Gara: 1°
2007: Qualifica: 4°; Gara: 6°
2006: Qualifica: 7°; Gara: DNF
2005: Qualifica: 1°; Gara:1°
2004: Qualifica: 4°; Gara: 4°
2003: Qualifica: 1°; Gara: 2°
2002: Qualifica: 1°; Gara: 1°
2001: Qualifica: 3°; Gara: 3°
2000: Qualifica: 10°; Gara: 3°
NICKY HAYDEN
Età: 30 (nato il 30 luglio 1981 a Owensboro, Kentucky, USA)
Residenza: Owensboro, USA
Moto: Ducati  Team Desmosedici GP11
Numero di gara: 69
Numero GP: 154 (154xMotoGP)
Primo GP: GP del Giappone, 2003 (MotoGP)
Numero di vittorie: 3 (3xMotoGP)
Prima vittoria GP: GP degli USA, 2005 (MotoGP)
Pole position: 5 (5xMotoGP)
Prima Pole: GP degli USA, 2005 (MotoGP)
Titoli Mondiali: 1 (MotoGP, 2006)
Risultati Hayden a Le Mans in MotoGP
2011: Qualifica: 10° ; Gara: 7°
2010: Qualifica: 5° ; Gara: 4°
2009: Qualifica: 13°; Gara: 12°
2008: Qualifica: 6°; Gara: 8°
2007: Qualifica: 7°; Gara: NC
2006: Qualifica: 10°; Gara: 5°
2005: Qualifica: 5°; Gara: 6°
2004: Qualifica: 7°; Gara: 11°
2003: Qualifica: 13°; Gara: 12°

Pubblicato in Articoli, News ed eventi, ServizioI Commenti sono chiusi

Enel Ducati sul web