Tag Archive | "Silverstone"

Tags: , , , , , , ,

Il terzo miglior tempo sul circuito di Silverstone infonde ottimismo al Team Ducati


Nonostante il Team Ducati sia arrivato lontano dal podio, Alessandro Cicognani, il Project Director del Team Enel Ducati, trae degli spunti positivi per il prossimo GP ad Assen.

Essendo scattato dalla terza fila, Nicky Hayden ha mantenuto a lungo il passo del gruppetto di piloti in lotta per il podio e, anche se nella seconda metà di gara ha perso a mano a mano terreno, il distacco dal primo è stato il minore in assoluto finora sull’asciutto. Ha chiuso al settimo posto, mentre il compagno di squadra, Valentino Rossi, è arrivato nono.

Cicognani ha commentato il weekend: “E’ strano, perché da una parte Valentino non ha fatto bene sulla pista, tranne che sul bagnato. Dall’altra parte, Nicky ha fatto abbastanza bene, perché era in grado di mantenere la sua posizione lì con i più veloci per due terzi della gara, e poi gli pneumatici hanno perso il “grip” durante l’ultimo terzo, e finalmente lui è arrivato 15 secondi da Lorenzo. Insomma per quanto riguarda il tempo, non è troppo male. Certo, non vorremmo essere qui, ma rappresenta una base su cui possiamo migliorarci e ridurre il gap.”

Uno specifico punto positivo dal week end era il ritmo di Hayden, anche se fosse prima della degradazione veloce degli pneumatici. Cicognani era molto contento di questo: “Ha fatto segnare il terzo miglior tempo della gara, pari a quello di Dovizioso, e a 34 millesimi da quello di Lorenzo. Allora, ha fatto abbastanza bene, ma ha perso qualcosa rispetto agli altri nella parte finale. Dobbiamo cominciare da lì ed essere ottimista mentre proviamo a guidare nel terzo finale di stagione come abbiamo fatto nella parte prima.”

Questo ottimismo si è anche rispecchiato nelle sue previsioni per Assen: “Ad Assen vorremmo migliorarci, anche rispetto a Valentino. È una pista che gli piace molto e quindi sicuramente non avrà gli stessi problemi. Siamo certi che possiamo fare bene nel secondo gruppetto, ma speriamo di lottare per il podio il più presto possibile.”

Hayden si è ovviamente divertito all’inizio della gara: “Sono riuscito a partire molto bene e tutta la prima parte della gara è stata ottima. Ne ho approfittato per stare lì con i più veloci, mi sono divertito e ho cercato di capire più cose possibili. Quando il “grip” è calato, si è innescato del chattering e non sono più riuscito ad essere efficace in accelerazione e mantenere la stessa velocità. Dobbiamo capire come riuscire, sia io sia la moto, a stressare meno la gomma posteriore, ma in ogni caso oggi ci sono state diverse cose positive.”

Valentino Rossi era chiaramente deluso della sua gara, ma è ottimista per il prossimo GP: “In gara non sono riuscito a mantenere il passo degli altri fin dall’inizio: ho provato a stare con loro ma soffrivo molto chattering a centro curva e in un paio di occasioni ho rischiato di perdere il controllo della moto. Adesso dobbiamo cercare di capire perché solo questa mattina, nel warm-up, sono riuscito a guidare un po’ meglio  e soprattutto dobbiamo cercare di essere più competitivi nella prossima gara ad Assen, una pista che mi piace e dove vogliamo tornare a livello di quelle precedenti”.

Posted in Articoli, News ed eventi, ServizioCommenti disabilitati

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Il Ducati Team a Silverstone riduce ulteriormente il gap sull’asciutto


Il Gran Premio d’Inghilterra, a Silverstone, ha impegnato molto il Ducati Team ma ha offerto ai tecnici diversi segnali positivi in merito ai progressi fatti e al lavoro che resta da fare.
Nicky Hayden ha mantenuto a lungo il passo del gruppetto di piloti in lotta per il podio e, anche se nella seconda metà di gara ha perso mano a mano terreno e ha chiuso al settimo posto, il distacco dal primo è stato il minore in assoluto, finora, sull’asciutto.
Valentino Rossi ha avuto più difficoltà del compagno di squadra e non è riuscito a ritrovare in gara lo stesso feeling del warm-up, dove invece aveva mostrato dei progressi.
Entrambi, sabato prossimo, saranno tra i protagonisti del World Ducati Week, che si terrà a Misano dal 21 al 24 giugno, quando potranno contare sul supporto e sull’affetto di decine di migliaia di Ducatisti in arrivo da tutto il mondo.
Nicky Hayden (Ducati Team) 7°
“Abbiamo fatto il giro di allineamento con la gomma dura ma considerando il cielo cupo e qualche gocciolina sulla visiera abbiamo deciso di optare per la soluzione più sicura: sullo schieramento abbiamo quindi montato la posteriore morbida, come quasi tutti gli altri piloti, anche se sappiamo che noi tendiamo a stressarla molto. Sono riuscito a partire molto bene e tutta la prima parte della gara è stata ottima. Ne ho approfittato per stare lì con i più veloci, mi sono divertito e ho cercato di capire più cose possibili. Quando il “grip” è calato si è innescato del chattering e non sono più riuscito ad essere efficace in accelerazione e mantenere la stessa velocità. Crutchlow mi ha superato nell’ultimo giro, una cosa un po’ frustrante ma in ogni caso oggi il mio distacco dal primo è stato il minore della stagione e lo stesso si può dire per quanto riguarda il mio giro veloce. Dobbiamo capire come riuscire, sia io sia la moto, a stressare meno la gomma posteriore, ma in ogni caso oggi ci sono state diverse cose positive”.
Valentino Rossi (Ducati Team) 9°
“E’ stato un fine settimana difficile perché, a parte il primo turno sul bagnato in cui siamo andati molto bene, sull’asciutto abbiamo sempre avuto difficoltà, a parte questa mattina nel warm-up. In gara non sono riuscito a mantenere il passo degli altri fin dall’inizio: ho provato a stare con loro ma soffrivo molto chattering a centro curva e in un paio di occasioni ho rischiato di perdere il controllo della moto. Dopo qualche giro la gomma posteriore ha cominciato a scivolare molto e nello stesso tempo si è rotto uno scarico, cosa questa che a dire la verità non ha inciso più di tanto ma che comunque ci ha tolto un po’ di potenza in rettilineo. Abbiamo portato a casa qualche punto ma Silverstone rimane la pista più difficile per me. Penso comunque che la Ducati “vera” oggi sia stata quella di Nicky, che alla fine ha pagato un distacco minore al traguardo, più o meno sul livello che noi avevamo raggiunto a Barcellona. Adesso dobbiamo cercare di capire perché solo questa mattina, nel warm-up, sono riuscito a guidare un po’ meglio  e soprattutto dobbiamo cercare di essere più competitivi nella prossima gara ad Assen, una pista che mi piace e dove vogliamo tornare a livello di quelle precedenti”.

Vittoriano Guareschi, Team Manager
“Penso che la gara di oggi ci abbia offerto diversi segnali positivi. Nicky ha girato sul passo dei primi per metà gara e ha fatto segnare il terzo miglior tempo a 34 millesimi da quello di Lorenzo. Nella parte finale  ha perso qualcosa rispetto agli altri, un po’ come era accaduto a Valentino a Barcellona due settimane fa quindi, analizzando le informazioni raccolte con entrambi, cercheremo di capire come migliorare le performance sulla distanza. Valentino ha fatto più fatica ma quantomeno sul bagnato è stato velocissimo, cosa che non era accaduta l’anno scorso nelle stesse condizioni. Naturalmente non è ancora sufficiente, bisogna riuscire a mettere entrambi i nostri piloti nelle condizioni di essere efficaci, con costanza, in condizioni normali e continueremo passo dopo passo a lavorare con questo obiettivo”.

Posted in News ed eventi, ServizioCommenti disabilitati

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Hayden settimo e Rossi decimo nelle qualifiche di Silverstone


Una spruzzata di pioggia nei minuti finali, un gran freddo e forti raffiche di vento hanno caratterizzato le prove ufficiali del Gran Premio d’Inghilterra sulla pista di Silverstone.

Una sessione molto impegnativa che ha visto Nicky Hayden e Valentino Rossi finire rispettivamente in settima e decima posizione dopo una caduta avvenuta, per entrambi, in un punto della pista che un lieve avvallamento dell’asfalto rende particolarmente insidiosa.

Valentino Rossi in quel momento aveva da poco iniziato le sue prove mentre Hayden stava percorrendo gli ultimi metri di un giro sul passo della pole provvisoria.
Una breve pioggia a dieci minuti dalla fine ha impedito ad entrambi di provare a migliorare ulteriormente.
Nicky Hayden (Ducati Team) 7° (2’04.162)
“Le qualifiche sono andate bene per buona parte della sessione: ero vicino al “top” e la moto andava bene. Abbiamo montato la prima gomma morbida e ho provato a fare il tempo. Sono stato molto veloce per tutto il giro fino all’ultima chicane dove ho  perso l’anteriore senza troppo avvertimento. Non ci sono scuse in realtà, sono entrato forte e mi sentivo a posto quando ho frenato. Cadere fa parte delle corse ma avrei proprio voluto finirlo quel giro. E’ un po’ strano che sia io sia Valentino siamo caduti allo stesso modo ma forse analizzando i dati potremo capire qualche cosa in più. Considerando la caduta il settimo tempo non è male ma non ho dubbi che oggi avevamo il potenziale per fare meglio”.
Valentino Rossi (Ducati Team) 10° (2’05.416)
“Oggi è stata una giornata abbastanza difficile: poco dopo l’inizio delle qualifiche sono caduto nella staccata dell’ultima chicane, un punto piuttosto infido della pista dove si frena  forte e dove c’è un piccolo dosso e una compressione: noi lì soffriamo abbastanza perché abbiamo poco “grip” sulla ruota anteriore, quindi domani dovremo stare particolarmente attenti. Inoltre, anche se oggi ho guidato meglio, ancora non interpreto questa pista come si dovrebbe e in alcuni punti non sono efficace come vorrei. In ogni caso il miglior tempo l’ho fatto con una gomma dura. Ne avevo due morbide da usare alla fine ma è iniziato a piovere proprio quando è venuto il momento di montarle. Vedremo domani che condizioni ci saranno e se sarà asciutto proveremo qualcosa nel warm-up per cercare di andare un po’ più forte”.

Posted in News ed eventi, ServizioCommenti disabilitati

Tags: , , , , , , , ,

Il giusto equilibrio sarà la chiave per affrontare il GP di Silverstone


A sole due settimane dal GP di Catalunya, dopo i due test presso il Circuit de Catalunya e il Motorland Aragón, il Team Enel Ducati si proietta verso il Gran Premio di Gran Bretagna di questo fine settimana per sfidarsi ancora una volta nel Mondiale MotoGP ™.

Nonostante si sia gareggiato qui solo due volte nella storia recente, le sue sfide sono ben documentate, e Chief Juan Martínez , capotecnico del team di Nicky Hayden, è consapevole di quello che li aspetta: “Silverstone è una pista dove si hanno curve abbastanza veloci, in particolare quella che porta sul rettilineo principale. Occorre lavorare un po’ con la stabilità della moto, poiché è necessario essere in grado di accelerare correttamente, e avere una buona velocità attraverso la curva. Dopodiché, si presentano alcuni cambiamenti di direzione molto veloci, quindi la stabilità è necessaria all’ultima curva  ciò può rendere più difficile il cambio di direzione in queste curve, quindi bisogna trovare il giusto equilibrio. ”


Per trovare il giusto equilibrio, la squadra dovrà predisporre la moto nel nuovo standard con lo pneumatico anteriore, che sarà disponibile come dotazione completa a partire dalla tappa britannica. Martínez spiega: “Questa prossima gara a Silverstone sarà nuova per noi, perché finalmente stiamo per ottenere tutte le nuove gomme anteriori con la nuova costruzione, quindi questo ci darà la possibilità di lavorare correttamente tutto il fine settimana per cercare di impostare la moto per trovare la migliore impostazione per gli pneumatici. Nelle ultime gare abbiamo avuto ancora i vecchi pneumatici per l’altra. Sembra che la costruzione è un po’ più morbida, quindi è necessario impostare la moto in modo un po’ diverso, soprattutto la forcella anteriore e la geometria anteriore, e speriamo di poter trovare un buon equilibrio ed essere competitivi. ”

Nonostante i recenti test, Martínez è fermamente convinto che la mancanza di prove a Silverstone sarà ancora una sfida per la squadra: “In questo momento non abbiamo così tanta storia lì, ma il primo anno abbiamo avuto una buona gara con Nicky dove siamo stati in lotta per il podio. L’anno dopo, lo scorso anno, non abbiamo avuto una buon performance come ci aspettavamo e spero che tutti i cambiamenti che abbiamo fatto fino alle ultime prove ci aiuteranno a essere competitivi.”

Hayden, che è giunto quarto nelle ultime due uscite, non vede l’ora di tornare sulla pista britannica: “E’ eccitante andare a Silverstone. Ci sono stato due anni, ma ogni volta è stato un po’ diverso, con le modifiche apportate alla pista o al complesso dei box, quindi è un po’ come andare su una nuova pista. Con il giro di pista così lungo, si ha veramente modo di approfittare di qualsiasi momento a secco e si arriverà a trovare un buon setup, in quanto le sessioni di p rova si svolgono molto velocemente. Ci sono tante curve diverse, ed è veramente importante per comporre l’elettronica per tutte le sezioni. Direi che ci appoggiamo sulla parte elettronica più lì che in alcune altre parti del circuito. E’ veloce e aperta, con curve ad alta velocità, e mi piace molto. ”

Valentino Rossi, che non ha gareggiato nel 2010 per infortunio, ha ancora meno tempo in pista, ed è impaziente di conoscere la pista un po’ di più: “Ho una sola stagione di ‘svantaggio ‘a Silverstone rispetto agli altri piloti, che hanno iniziato un anno prima di me, perciò dovrò guidare il più possibile durante le sessioni di prova per capire bene la pista, come l’anno scorso è stato abbastanza difficile. Durante il test di Aragón la scorsa settimana, abbiamo provato alcune piccole cose con l’elettronica e ha lavorato un po’ sulle impostazioni. Ora vedremo come funziona in Inghilterra. Ci auguriamo che sarò in grado di guidare bene, che troveremo un buon setup e che ci può stare sulla pista asciutta come al GP di Barcellona, anche se le nostre possibilità saranno migliori se piove. “

Posted in Articoli, News ed eventi, ServizioCommenti disabilitati

Enel Ducati sul web